Emilia Clarke: «Quella nuda sono proprio io!»

di Marica Lancellotti - 17-05-2016

Dopo la terza stagione aveva detto che non si sarebbe più spogliata, e invece...



Chi chiedeva (di nuovo) più scene di nudo ne Il Trono di Spade è stato ampiamente accontentato con l'episodio Book of the Stranger.

Quella di Daenerys Targaryen che uccide tutti i comandanti della tribù Dothraki sarebbe stata una scena già incredibile per le fiamme, le urla e il popolo in ginocchio al cospetto del prodigio, il nudo di Emilia Clarke l'ha resa epica.

Aveva detto niente più scene senza vestiti, ma pare averci ripensato: «l'ultima scena di nudo risale a molto tempo fa» ha dichiarato l'attrice in un'intervista con Entertainment Weekly, «ho ricordato alle persone che quella era la stagione 3, e ora siamo alla 6. Sono orgogliosa di averlo fatto: quella sono io, forte e fiera, senza controfigure e sono veramente felice di aver detto sì».

La produzione le ha consentito di girare la scena in un set privato in Irlanda, mentre il resto del clan Dothraki si trovava su quello spagnolo. «Togliermi i vestiti non è mai stata una cosa semlice ne Il Trono di Spade ma questa volta, grazie agli effetti speciali e al montaggio, è stato possibile. Almeno non ho dovuto spogliarmi in cima a una scogliera com'era successo nella prima stagione!».

Perchè Daenerys non ha pensato subito ad un gesto simile? In fondo conosciamo questo suo "superpotere" dall'inizio. «Sì, è buffo, la sua resistenza al fuoco è vista proprio come un superpotere, ma in realtà non si tratta di questo. É la presa di coscienza di ciò che è veramente nelle sue possibilità, è come dire "Aspetta, io posso fare qualcosa che loro non possono, ho due persone ad aiutarmi ed è arrivato il momento di agire". Vuole avere la leadership dell'esercito Dothraki, ha capito che sono una parte importante del suo popolo, proprio la parte mancante».

Fonte: EW

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti