Alla fine i traduttori hanno "trovato il modo"

di Marica Lancellotti - 01-06-2016

La soluzione al rompicapo "Hold the Door"



La difficoltà si era preannunciata da sola: come tradurre il gioco di parole "Hold the door" e renderne fedelmente il senso anche in italiano? Diciamolo, era una sfida quasi impossibile. Sui forum si avanzavano ipotesi diverse ogni minuto e nessuna sembrava davvero all'atezza della situazione. In Italia già i sottotitoli avevano proposto alcune variazioni sul tema: dall'ufficiale "Tieni la porta", a "Tieni duro" fino a "Ferma l'orda". La sfida più grande, però, attendeva i dialoghisti al varco del doppiaggio del lunedì sera. Che hanno cercato il modo per risolvere l'inghippo e l'hanno trovato appena in tempo: la soluzione è, appunto, "Trova un modo".

Le reazioni in rete? Divise, come su tutto. Scontenti quelli che avevano già eletto come migliori le traduzione viste nei sottotitoli (ma il povero Amendola, adattatore e dialoghista della serie, ha confessato di non aver neanche letto la soluzione "Tieni duro"), dall'altro lato il partito di chi "non è perfetto ma, in effetti, soluzione migliore non c'era".

Come se la son cavata, invece, i nostri cugini non anglofoni? Dalle notizie scovate in rete abbiamo scoperto che:

in Francia, come avevamo annunciato, ha vinto "Qu'ils n'aillent pas au-dehors", che poi è diventato "Pas au-dehors" e alla fine "Hodor".

In Germania il problema non era mai esistito: loro avevano "Halt das Tor" e l'hanno usato.

La Spagna ha giocato di furbizia con "Ocluye el corredor", una sorta di "Blocca il passaggio", mentre per brasiliani e portoghesi la versione scelta è stata "Segure a porta" (e noi che avevamo detto?).

Ultima classificata l'America Latina, dove gli adattatori hanno optato per "Dejalo cerrado", creando non pochi problemi a chi la battuta ha dovuto pronunciarla.

La Turchia ha vinto facile trasformando "Hold the door" in "Stai lì" con "Orada dur".

Problema risolto in partenza in Norvegia, Svezia e Danimarca dove alla pratica del doppiaggio si preferiscono i sottotitoli (e dove possiamo confermare le versioni del precedente articolo a riguardo).

I nostri amici in Finlandia? Eravamo tutti in ansia per il loro "Pidä ovi suljettuna" e invece se la son cavata "Pitele ovea", senza nessun problema di doppiaggio perchè anche loro, come gli altri scandinavi, hanno solo i sottotitoli: fortunelli!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti