Iwan Rheon: e adesso parliamo di Ramsay Bolton

di Marica Lancellotti - 21-06-2016

L'attore ha commentato l'episodio "Battle of the Bastards"



[L'articolo contiene spoiler dell'episodio 6x09]

Il partito degli spettatori felici, in questo caso, è sicuramente più numeroso di quello degli inconsolabili. Non si tratta certo di Hodor o della piccola Shireen Baratheon, eppure in fondo quel cane rabbioso di Ramsay Bolton un po' ci mancherà, almeno nella misura del fascino esercitato dal villain di ogni stoira che si rispetti. Ma chi di mastino ferisce di mastino perisce, è la nuova somma legge del Trono di Spade, così addio perfido Ramsay.

Eppure Iwan Rheon, il suo magistrale interprete, si siede tra quelli meno dispiaciuti per l'ignobile morte: «penso sia giusto che muoia. Perchè cos'altro potrebbe ancora fare? Ha fatto così tante cose, è giusto che finisca così. Ha davvero superato ogni limite. Ed è giusto che il pubblico lo veda cadere proprio nel momento in cui ha raggiunto la vetta. Avevo avuto solo metà dei copioni, cinque episodi, quando ho ricevuto la chiamata. Hanno scherzato "non sarebbe bello se Ramsay finisse sul Trono di Spade?" così ho risposto "è morto, non è vero?". Ma va bene così, sono state quattro fantastiche stagioni ed è stato bello essere stato incluso in questo magnifico show».

Prima, però, Jon Snow l'aveva sfidato e lui aveva semplicemente risposto di no. «É vero, ed è una decisione intelligente. Gli sarebbe piaciuto scontrarsi con lui ma sa che Jon lo avrebbe battuto perchè è uno straordinario spadaccino. Ramsay potrebbe vincere se avesse fortuna, d'altro canto sa di avere il doppio dei soldati così pensa "non ne ho bisogno, siete tutti morti". Se non fossero arrivati i cavalieri della Valle sarebbe andata proprio così. Ma è giusto, perchè Jon Snow deve vincere, altrimenti non ci sarebbe più speranza nel mondo. Ed è interessante il fatto che non vada come doveva andare. Ramsay ha sempre pensato di vincere, è così arrogante e sicuro di sè che pensa fino all'ultimo che tutto andrà per il verso giusto».

Così non è stato, e alla fine anche Sansa è riuscita a vendicarsi: «quella è una bella scena. Sansa arriva ad un punto interessante come personaggio, anche se le dice "Sono dentro di te adesso", da brividi. Penso che Ramsay le abbia pocurato dei traumi, ormai è nella sua testa. Ma per il mio personaggio è grandioso, perchè è propio una bella uscita di scena».

Si avvera così il desiderio di una morte drammatica ed esemplare: «Sono stato veramente fortunato, Ramsay ha avuto una morte degna, veramente orrenda. E molto ironica: passava tutto il tempo a parlare di quei mastini...».

Fonte: EW

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti