Il Trono di Spade: alla fine quella storica teoria ha trovato conferma?

di Marica Lancellotti - 28-06-2016

Perché è un dettaglio fondamentale per il futuro?



[Attenzione! Il testo contiene spoiler sull'episodio 6x10]

Quella sulle vere origini di Jon Snow è una teoria che ha radici antiche, affondate direttamente nelle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di Martin. Ne avevamo già parlato un po' di tempo fa: la suggestiva ipotesi si riassume in R+L=J. Cosa significa? Che Jon Snow (J) sarebbe in realtà figlio di Rhaegar Targaryen (R) e Lyanna Stark (L), in barba alla versione sempre fornita da Ned Stark, secondo cui il bambino era frutto di una sua relazione clandestina.

Andiamo con ordine. Nell'episodio 6x03, Oathbreaker, Bran Stark, in una visione, incontra un giovane Ned (interpretato da Robert Aramayo) sotto la Torre della Gioia, intento a duellare con i soldati messi a guardia della sorella Lyanna, precedentemente rapita da Rhaegar Targaryen. Poi più nulla, se non le solite supposizioni, fino al gran finale di stagione che finalemnte ci introduce nella Torre e nel segreto: Ned Stark è al capezzale della sorella morente intento ad ascoltare le sue ultime volontà. «Devi proteggerlo, promettimi che ti prenderai cura di lui»; il lui in questione è un bambino in fasce appena venuto al mondo, figlio di Lyanna e di Rhaegar che nella Torre l'aveva rinchiusa (pur se la sua paternità non è ancora ufficiale e questo dettaglio potrebbe aprire nuove e diverse prospettive). Il resto è un suggerimento delle immagini e del montaggio: l'inquadratura successiva è un primo piano di Jon Snow.

Perchè Ned Stark ha sempre mentito, condannandolo ad un'esistenza da bastardo? Per proteggerlo da morte sicura per mano dell'amico Robert Baratheon, probabilmente, che stava uccidendo tutti i Targaryen in quanto legittimi eredi al trono da lui usurpato.

Soprattutto, le ripercussioni di una simile conferma si faranno tangibili nel prosieguo della storia. In quanto figlio di una Stark e di un Targaryen, Jon Snow è ghiaccio ed è fuoco, unico depositario della forza di entrambi. Inoltre le due casate sono le sole a far uso di elementi magici e, come in questa sesta stagione abbiamo avuto modo di notare, l'elemento storico della serie ha lasciato sempre più il posto a quello sovrannaturale. Il motivo? Si sta per combattere una guerra, quella dei vivi contro i morti, che richiede armi e capacità ben al di sopra di quelle umane: all'interno di questo contesto, Jon Snow, morto e rinato, seguito fedelmente dagli uomini e depositario per nascita dell'elemento magico, è il salvatore del mondo. Ne è convinta anche Melisandre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti