Il Trono di Spade: ecco chi saranno i registi della stagione 7

di Marica Lancellotti - 29-06-2016

Grandi assenti Miguel Sapochnik e David Nutter

É la prima vera notizia ufficiale sulla prossima stagione del Trono di Spade: ecco chi saranno i quattro registi che dirigeranno gli episodi.

Si comincia con il veterano Alan Taylor, già al lavoro sul set della serie per gli episodi 9 e 10 della prima stagione e per quattro puntate della seconda, inclusi première e finale. Torna al Trono di Spade dopo aver diretto, per il grande schermo, Thor: The Dark World e Terminator: Genisys, con Emilia Clarke nel cast.

Confermato Jeremy Podeswa, già regista del controverso episodio 6 della quinta stagione, Unbowed, Unbent, Unbroken, e dei primi due episodi della stagione appena conclusa (eh già, è proprio lui che ha girato la famosa resurrezione di Jon Snow). Oltre che per il Trono di Spade, Podeswa era già noto per Boardwalk Empire.

A Mark Mylod, celebre per Shameless ed Entourage, si devono le epiche sequenze del ritorno del Mastino e dell'inseguimento di Arya per i vicoli di Braavos nella sesta stagione.

La new entry è Matt Shakman. Pur non avendo mai lavorato al Trono di Spade, è particolarmente amato da Benioff e Weiss per il suo lavoro in C'è sempre il sole a Philadelphia (per cui i due showrunners hanno scritto un episodio, Flowers for Charlie), oltre che per alcune puntate di Mad Men, The Good Wife e Fargo.

Oltre alla notizia in sè, questa lista di nomi dice anche qualcos'altro: se nelle precedenti stagioni i registi erano cinque, ognuno con il compito di dirigere due episodi, il fatto che ora siano quattro conferma che la settima stagione avrà un ridotto numero di puntate (7, come vogliono le informazioni fin qui in nostro possesso).

Rammarico per l'assenza di due grandi nomi come Miguel Sapochnik, regista degli ultimi due epici episodi della stagione appena conclusa, e David Nutter, artefice del finale della quinta stagione, Mother's Mercy, e del Red Wedding. Che possano tornare per l'ottavo e ultimo ciclo di puntate?

Come sempre, vi terremo aggiornati!

Fonte: EW