Carly Chaikin: il lato sexy di Mr. Robot

di Marica Lancellotti - 15-07-2016

Nel tempo libero adora dipingere e....giocare su Tinder



La si ami o la si odi lei è Darlene, senza troppe sfumature. Almeno fino alla fine della prima stgione di Mr. Robot. Alzi la mano chi non vedeva già un flirt tra lei ed Elliot, e invece tutti pronti a ricredersi nel penultimo episodio, perchè i due sono fratelli. Pur se diversissimi: cosa c'entrano il disadattato Alderson e le sue profonde occhiaie con la sexy-hacker? Poco, se non per il legame di sangue, ma certamente Darlene ha molto della sua interprete, la spumeggiante Carly Chaikin.

26 anni, un'apparizione accanto a Miley Cyrus (recitava con lei in The Last Song) e solo un altro ruolo televisivo di rilievo alle spalle, come Dalia Royce nella sitcom Suburgatory. Poi Sam Esmail la sceglie per intepretare Darlene in Mr. Robot e da allora diventa l'immagine sexy della serie, con la bocca sempre coperta da troppo rossetto, gli occhiali a cuore e le gonne troppo corte. Imprevedibile, oggi è affacciata in canottiera e mutandine da un grattacielo di New York, domani fa la doccia a casa di Elliot perchè non ha altro posto dove andare. Carly Chaikin taglia corto parlando di lei: «É una persona onesta e coraggiosa, una con le palle», e Darlene, siamo sicuri, non avrebbe voluto altra definizione per sè.

Nel tempo libero, il poco che le resta, ama dipingere («Sono una persona molto attenta a tutto quello che succede intorno a me, soprattutto amo esplorare tutte le emozioni delle persone che mi circondano. Sto preparando una mostra con alcuni quadri in cui ritraggo le stesse persone con espressioni diverse a seconda del momento: è incredibile quanto la differenza possa essere sottile eppure così manifesta»), collezionare puzzle (che i suoi buoni amici e colleghi Portia Doubleday e Rami Malek le regalano in continuazione) e....andare su Tinder. Esatto, proprio il sito di incontri, che lei, con un tocco di malizia, definisce «un ottimo gioco per smartphone. Penso sia un modo per incontrare persone nuove. Intendiamoci, io ho un fidanzato ma mi piace tantissimo andare a curiosare nei profili Tinder delle persone».

Si aspettava tutto il successo di Mr. Robot? In parte sì, anche se fino alla fine il risultato non era garantito: «Mr. Robot è uno show talmente intelligente e, non vorrei sembrare scortese ma, a volte gli americani possono essere davvero un po'....stupidi. Così la domanda era "lo guarderanno o no?" Poteva andare in emtrambi i modi», e per fortuna la scelta è stata quella giusta.

Qualcosa che, dopo Darlene, nella sua vita cambierà per sempre? La risposta è secca: «La paranoia che qualcuno violi la privacy attraverso mail o social network e rubi tutti i tuoi dati!».

Ma è il (giusto?) prezzo per il successo.

Fonte: GQ

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti