Kit Harington si sente "salvo" per la prossima stagione....

di Marica Lancellotti - 22-08-2016

Perché ha gradito poco il ritorno alla vita di Jon Snow



Per chi ha affrontato una morte e un ritorno alla vita nel giro di appena 3 episodi del Trono di Spade, ogni cosa dovrebbe sembrare possibile, ma Kit Harington si sente abbastanza sicuro: «di non morire nella prossima stagione. Mi sento uno dei personaggi "salvi", anche se forse non dovrei dirlo...», e chi conosce l'universo del celebre show fantasy sa quanto Benioff e Weiss, i due creatori, si divertano a giocare con le speranze. Eppure, nella sesta stagione, è stata proprio la certezza di non poter morire a garantirgli le ottime performance, coronate dalla nomination agli Emmy: «Mi avevano riportato in vita nell'episodio 2 e ho capito subito che non mi avrebbero mai fatto morire nell'episodio 4, sarebbe stato tutto inutile. Così il mio Jon Snow è diventato più spavaldo», mettendo a tacere chi, da anni, polemizzava circa la recitazione "ingessata" dell'attore britannico.

A proposito della famosa scena della resurrezione, Harington racconta di averla vissuta più che altro come un fastidio: «Ero su quel tavolo freddo... All'inizio ho pensato che sarebbe stato bello avere un paio di episodi per infittire il mistero sul destino di Jon Snow, ma è stato veramente frustrnate. Ognuno era impegnato con il proprio lavoro intorno a me, io dovevo solo rimanere lì, fermo e nudo per settimane intere. Un paio di volte mi sono anche addormentato, disteso su quel tavolo, e quando mi sono svegliato nel bel mezzo dell'universo del Trono è stato terrificante!»Per non parlare del momento effettivo del risveglio: «Era un istante, un sospiro, ma sono stato costretto a ripeterlo centinaia e centinaia di volte, in ogni modo possibile. Estenuante!»

Per fortuna nei prossimi episodi non dovrebbe capitargli nulla di simile, anche se all'orizzonte si prepara un altro momento scioccante: la scoperta dei suoi veri genitori. In proposito Kit Harington sostiene di avere una propria teoria ma non vuole rivelarla, per paura che i fan possano prenderla per oro colato e rimanere delusi, poi, al momento dell'effettiva rivelazione. L'unico suo augurio a riguardo è che i creatori e il regista facciano di tutto per renderla un momento memorabile, e anche questa, dopo sei anni, è una mezza certezza.

Fonte: The Wrap

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti