Emmy 2016: Rami Malek e la speranza di un mondo progressista

di Marica Lancellotti - 19-09-2016

«Vi prego, ditemi che lo state vedendo anche voi»: il ringraziamento in stile Elliot Alderson



É successo: Rami Malek ha vinto l'Emmy come miglior attore protagonista in una serie drammatica. Il suo Elliot Alderson ha convinto tutti, fan e non di Mr. Robot, e l'ha portato dritto dritto verso la seconda statuetta dorata della sua carriera (la prima era stato un Golden Globe pochi mesi fa). Rami ha cercato di contenere l'emozione del momento scherzandoci su: «Vi prego, ditemi che lo state vedendo anche voi», riprendendo la tipica frase di Elliot, tra le risate generali, per poi tornare serio e passare ai ringraziamenti. «Sono onorato di stare su questo palco a rappresentare la mia famiglia - si è presentato sul red carpet insieme alla cugina - e ogni singola persona che mi ha aiutato ad arrivare così lontano. E sono onorato di poter lavorare con un talento puro e visionario come Sam Esmail, non sarei qui se non fosse stato per lui».

É consapevole del fatto che il suo Emmy sarà ricordato nella storia della TV come il premio assegnato a quello strano, pazzo personaggio che è Elliot: «Interpreto un giovane uomo che, come molti di noi, è profondamente alienato. Sfortunatamente, non sono così sicuro che tanti vogliano averci a che fare, ma stasera sono qui per onorare tutti gli Elliot, perchè in ognuno di noi c'è un po' di lui. Il fatto che io, protagonista atipico di uno show non comune, ma soprattutto da figlio di immigrati (Malek è di origini egiziane come Sam Esmail), sia qui con questo premio in mano la dice lunga sulla direzione nuova che il mondo ha preso. Dedico questa statuetta a tutti gli immigrati perchè possano avere la mia stessa fortuna. Possiamo continuare a fare passi avanti, non limitandoci solo all'intrattenimento, ma sforzandoci di essere sempre più socialmente e politicamente impegnati e progressisti. Spero tutti abbiano una chance come l’ho avuta io: mio padre vendeva assicurazioni porta-a-porta, mia madre era incinta di me e di mio fratello e prendeva 3 bus per andare a lavorare…C’è speranza che ognuno possa farcela».

Foto: Getty Images

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti