The Walking Dead 7x03: la sofferenza di Daryl commuove i social

di Marica Lancellotti - 07-11-2016

Negan e i Saviors sono tornati...



[Attenzione!! SPOILER dell'episodio 7x03!!]

Ogni fan di The Walking Dead sa che il personaggio di Daryl Dixon (Norman Reedus) è una di quelle felici aggiunte della serie a quanto già conosciuto nei fumetti di Robert Kirkman, e sarà anche per questo che il pubblico gli si è affezionato in modo particolare, consegnadolo all'olimpo dei preferiti.

Uno degli slogan più famosi legati alla serie è quello della fanbase di Daryl: «If Daryl dies we riot (Se Daryl muore ci ribelliamo)», ma che succede se Daryl piange? Continuano a ribellarsi ma senza fare a meno di soffrire idealmente accanto al proprio beniamino.

É quanto successo ieri sera (notte in Italia) durante la messa in onda dell'episodio 7x03, The Cell, in cui un sofferente Daryl Dixon è tenuto prigioniero in una cella da Negan e dai suoi scagnozzi. Nudo, al freddo, maltrattato, insultato e nutrito con cibo per cani, non è questo il peggio che gli è successo, bensì venir messo di fronte alla responsabilità per la morte dell'amico Glenn. «Hai ucciso tu il tuo amico» gli ha detto senza mezzi termini Dwight (Austin Amelio), e la reazione di Dixon è stata struggente perchè, forse per la prima volta in 7 stagioni, è parso completamente annientato.

Le scene in questione sicuramente non solleveranno lo stesso nugolo di polemiche della première (nonostante l'immagine di ciò che resta di Glenn) ma hanno "causato" la tristezza estrema della fanbase, come testimoniano alcune delle reazioni che abbiamo raccolto su Twitter e che trovate nella gallery.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti