The Walking Dead: Kirkman rifiuta di svelare ad AMC il finale della storia

di Marica Lancellotti - 11-11-2016

«I produttori hanno piena fiducia in me»



Robert Kirkman è felicissimo del successo della sua opera più famosa, The Walking Dead, ed è altrettanto contento di poter collaborare direttamente anche alla serie tv con i produttori. Sa bene, però, che la fortuna di entrambi, fumetto e versione televisiva, dipende anche da quanto lui, il creatore, riesca a tenerli separati. Anche per questo ha deciso di non rivelare mai in anticipo ad AMC come le avventure di Rick e compagni su carta stampata andranno a finire.

«So esattamente come chiuderò questa storia, e ad ogni numero faccio dei piccoli passi verso quel momento [...] I produttori della serie non hanno voce in capitolo per le sorti del fumetto. Addirittura Scott Gimple è un fedele lettore, riceve in anticipo i numero ma non ne legge gli script. Al contratio: odia gli spoiler e si arrabbia moltissimo quando gli do indicazioni su cosa accadrà. Sono all'oscuro rispetto allo sviluppo del fumetto, e, considerato questo, è ammirevole la fiducia che ripongono lo stesso in me e nella mia storia. Da un certo punto di vista il fumetto è un banco di prova per il futuro della serie, e la cosa che mi stuzzica di più è che potrei insabbiare tutto in qualsiasi momento».

Mesi fa era stato proprio Robert Kirkman a sollevare un polverone per le sue dichiarazioni contro George R.R. Martin, che ha già svelato a HBO il finale de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco: «Io non l'avrei mai fatto. Questa è l'unica cosa su cui non sono d'accordo con George R.R. Martin. Avrebbe dovuto rispondere qualcosa come "Andate a*******o! Voi fatelo ora, io ci arriverò quando sarò pronto"».

Fonte: Nerdist

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti