Golden Globes 2017: snobbati e sorprese

di Marica Lancellotti - 09-01-2017

3 statuette per The Night Manager, Westworld e The Night Of tornano a casa a mani vuote



I Golden Globes sono noti per due caratteristiche: essere l'anticamera dei Premi Oscar (per il cinema) e per essere soggeti a una certa imprevedibilità.

Se per il primo punto, dalla nostra prospettiva da piccolo schermo, non possiamo far altro che tanti auguri ai contendenti, per il secondo non si può fare a meno di notare che la 74ma edizione ha un po' tradito le aspettative, regalando meno sorprese degli anni passati. Meno, non nessuna, a cominciare dai grandi esclusi: chi avrebbe mai potuto predire una così triste notte al gigante HBO? Eppure, nonostante Westworld, Veep, The Night Of e Il Trono di Spade, il network è tornato a casa con la coda tra le gambe, battuto, nella categoria dove solitamente ha pochi rivali (serie drammatiche) da uno show esordiente, The Crown di Netflix.

Fin dalle nomination The Night Manager era il chiaro avversario della plurimpremiata The People v. O.J. Simpson: American Crime Story, ma pochi avrebbero immaginato che sarebbe stata capace di sottrargli tutte le statuette nelle categorie "attori" e "attrici" di una miniserie, così come erano stati in pochi a scommettere sulla sconfitta di Rami Malek come miglior interprete protagonista in una serie drama, dopo quello che era già sembrato un incredibile smacco a USA Network per la mancata candidatura di Mr. Robot nella categoria "serie drama".

Nella gallery in basso abbiamo tracciato un bilancio dei Golden Globes prendendo in considerazione le vittorie sorprendenti e gli incredibili esclusi dell'edizione 2017. Ancora increduli per la sfrotuna che circonda The Americans.

Voi cosa ne pensate? Siete più d'accordo con noi o con loro?

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti