John Stamos di Grandfathered e Gli amici di papà rischia sei mesi di prigione

di Lorenza Negri - 16-10-2015

L'attore delle due sitcom, tornato recentemente alla ribalta, ha pensato bene di cacciarsi nei guai facendosi beccare a guidare in stato di ebbrezza per le vie di Los Angeles



John Stamos, uno degli Amici di papà (Jesse, quello "cool") della celebre e longevissima (è durata dal 1987 al 1995) sitcom che lanciò le sorelle Olsen, e attualmente protagonista di Grandfathered, rischia sei mesi di galera - il massimo per il reato di cui è accusato - per aver guidato in stato di ebbrezza - ed essere stato beccato - lo scorso giugno.

Con incredibile tempismo, appena la sua carriera si era gloriosamente riavviata, il 12 giugno l'attore che interpreta un cinquantenne single - Jimmy - e scopre di avere un figlio e una nipotina nella comedy di FOX Grandfathered - è stato fermato dalle forze dell'ordine mentre guidava per le vie di Los Angeles non proprio lucido ("aveva un comportamento bizzarro al volante" si dichiarava il verbale). Per la legge americana, non è necessario che si presenti in aula, basta il suo avvocato. Stamos, poco dopo l'arresto si era messo in rehab.

Nel caso la sentenza fosse quella della reclusione, Stamos dovrebbe scontarla a inizio dell'anno prossimo. Il network Fox non ha commentato l'accaduto o l'eventuale cancellazione della serie, ma per l'attore c'è anche in ballo l'attesa reunion di Gli amici di papà per Netflix, dal titolo Fuller House (il titolo originale della sit era Full House).

Fonte: Deadline

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti