É morto a 61 anni l'attore Miguel Ferrer

di Marica Lancellotti - 20-01-2017

Era stato l'agente Albert Rosenfield in Twin Peaks



É scomparso nella notte Miguel Ferrer, popolare volto di NCIS: Los Angeles e Twin Peaks, morto per un cancro alla gola a soli 61 anni.

Aveva cominciato la carriera artistica nel mondo della musica, suonando come batterista per diverse band e accompagnando in tour personaggi del calibro di Bing Cosby. Poi il passaggio alla reciazione, con i primi piccoli ruoli televisivi in show di successo: Magnum P.I., Chips, Cagney and Lacey, ma era stato il 1990 l'anno fortunato, con l'ingresso nel cast di una serie cult come Twin Peaks nei panni dell'agente Albert Rosenfield, ruolo che ha ripreso nella nuova stagione.

Negli anni continuano le incursioni televisive per poche puntate (Will & Grace, E.R. - Medici in prima linea, Lie to Me) e come protagonista di serie come Crossing Jordan - dove interpreta il dottor Garret Macy - e NCIS: Los Angeles, dove, a partire dal 2011 e dalla terza stagione ha vestito i panni dell'assistente direttore del NCIS Owen Granger.

Nel ricordo commosso del cugino George Clooney: «Miguel ha reso il mondo un posto più luminoso e più divertente. Nella nostra famiglia la sua scomparsa è sentita in maniera così profonda che gli eventi di questa giornata (l'insediamento di Donald Trump come presidente degli USA, ndr) impallidiscono nel confronto. Ti vogliamo bene, Miguel, e sarà così per sempre».

Fonte: EW

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti