Agents of SHIELD: Powers Boothe interpreterà un personaggio dal fare intimidatorio nella terza stagione

di Lorenza Negri - 16-10-2015

L'attore di Sin City, già apparso in The Avengers, ha accettato un ruolo ricorrente che si preannuncia particolarmente minaccioso



Powers Boothe, conosciuto per le sue partecipazioni a Sin City (era il corrotto senatore Roarke) al cinema e in Deadwood in televisione, si è aggiudicato un ruolo ricorrente nella terza stagione di Marvel's Agents of SHIELD: sarà Gideon Malick, uomo che non ama dichiarare da che parte si schiera. Boothe era già comparso in The Avengers nei panni di un membro del World Security Council, e - secondo Screen Crush, sarebbe lo stesso personaggio. Il responsabile della Marvel Tv Jeph Loeb lo definisce "incredibilmente minaccioso, uno che anche un individuo imperturbabile come Grant Ward temerebbe" e ha aggiunto: "Solo un attore del calibro di Powers poteva donarci il tipo di interpretazione potente e intimidatoria di cui avevamo bisogno".

Nella terza stagione (qui la nostra recensione) di Agents of SHIELD, Coulson ha dirottato l'attenzione dei suoi agenti sulla ricerca degli Inumani, gli individui con DNA alieno dai poteri straordinari, ma si è sta rendendo conto di quanto queste persone sono al centro dell'interesse di altre associazioni che vogliono catturarli a tutti i costi.Tra queste, la Advanced Threat Containment Unit, supportata dal governo e diretta da Rosalind Price, con il quale Phil ha determinato una fragile alleanza.

Fonte: SC

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti