Prison Break 5x05: finalmente spiegata la finta morte di Michael Scofield!

di Marica Lancellotti - 04-05-2017

Tutta la verità su quel drammatico finale di 8 anni fa



[Attenzione! SPOILER sull'episodio 5x05 Contingency]

Come fa Michael Scofield a essere ancora vivo? É questa la domanda che nessun fan di Prison Break ha potuto fare a meno di porsi alla notizia del ritorno. A spiegarlo, dopo 8 anni dalla fine della quarta stagione è stato il quinto episodio del nuovo ciclo attualmente in onda, attraverso il diretto interessato che, alla domanda del fratello Lincoln, non ha potuto fare a meno di lasciarsi andare al racconto della verità: «Michael Scofield doveva morire, era parte dell'accordo». Già, perchè al termine della stagione 4 Michael era stato contattato da Poseidon con una proposta: andare in Yemen insieme per far evadere alcuni membri dell'organizzazione da Ogygia.

Michael ha dovuto quindi inscenare la propria morte per evitare che Poseidon potesse vendicarsi sulla sua famigla: quando Scofield ha provato a rifiutare, infatti, Sara è stata imprigionata come ripicca (nella miniserie Prison Break: The Final Break).

Resta però un altro mistero da chiarire: chi è Poseidon? Da quanto è possibile fin qui arguire, si tratta di un agente della CIA che sta portando avanti un'operazione di intelligence denominata con il suo stesso pseudonimo, lo scopo sarebbe la liberazione di agenti imprigionati in tutto il mondo e di alcuni terroristi. Da quando ha iniziato a lavorare per lui, Michael ha dovuto utilizzare diversi nomi - tra cui Kaniel Outis - per entrare a far parte di organizzazioni criminali e per permettere la fuga, una volta arivato a Ogygia, al leader dello stato islamico dello Yemen, Abu Ramal.

L'episodio 5x06 di Prison Break, Paecia, andrà in onda su Fox martedì 9 maggio.

Fonte: EW

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti