George W. Bush e altri cameo nel Trono di Spade che forse non ricordate

di Marica Lancellotti - 14-06-2017

Dove sono apparsi anche i due creatori Benioff e Weiss?



Per quanto ormai le vere star siano i suoi protagonisti, in ogni stagione non mancano le celebrità del mondo dello spettacolo che fanno espressa richiesta ai due creatori, Benioff e Weiss, per prender parte al Trono di Spade.

Nella stagione 7, per esempio, ci sarà Ed Sheeran, amico di Maisie Williams e Kit Harington, che ha già ammesso di essere emozionatissimo all'idea di partecipare alla serie tv più famosa del mondo. Perchè non tutti sono come Ian McShane, che ha ammesso anche nel nostro faccia a faccia di non essere mai stato fan del Trono: la maggior parte degli ospiti ama le vicende di Jon, Daenerys e compagnia e conosce ogni dettaglio delle intricate trame. Qualcuno aveva addirittura già iniziato a collaborare con gli showrunner prima di essere invitato direttamente a comparire sullo schermo: è il caso della band heavy metal dei Mastodon, chiamata a comporre il brano White Walker per la colonna sonora, e solo in un secondo momento scritturata per un cameo nell'episodio Hardhome. Ironia della sorte, sono finiti trucidati dai "veri" White Walkers.

Chissà se Sophie Turner riuscirà a portare Justin Bieber a Westeros, come spera fin dal principio, entro l'ottava e ultima stagione; di sicuro c'è un fatto: George W. Bush non immaginava minimamente di finire nei cameo della prima stagione. Nella puntata in cui Joffrey porta la promessa sposa Sansa ad "ammirare" le teste impalate nel cortile del suo palazzo, i fan non hanno potuto fare a meno di notare un volto troppo simile a quello dell'ex Presidente. Nei contenuti speciali del cofanetto DVD i due creatori hanno in effetti confermato: sì, si trattava proprio della testa (di cera) di Bush. Il risultato? Lui ha preteso le loro scuse e quelle dei vertici HBO, che sono prontamente arrivate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti