Quali cattivi hanno ispirato il Ramsay Bolton del Trono di Spade?

di Marica Lancellotti - 03-07-2017

Tra di loro c'è anche una persona realmente esistente e insospettabile...



Anche se Euron Greyjoy ha già promesso che non farà rimpiangere nessun Bolton, molti di noi non potranno non sentirsi un po' orfani del perfido Ramsay appena comincerà la settima stagione del Trono di Spade.

Presente all'ultimo Con of Thrones a Nashville, Iwan Rheon, il suo ormai ex interprete (che debutterà il 29 settembre su ABC nei panni di Maximus nella serie Marvel's Inhumans) ha svelato degli interessanti retroscena sul suo personaggio e su quella battaglia dei bastardi che l'ha visto perdente sotto la lama di Jon Snow. «Dimenticate la rivalità vista nell'episodio: appena abbiamo finito le riprese abbiamo cominciato a festeggiare. Stark e Bolton uniti per salutare me e il mio perfido personaggio, gli attori che interpretavano i miei soldati hanno addirittura scritto una canzone per Ramsay!».

Iwan Rheon non ha mai nascosto di aver provato disagio in molte occasioni di fornte al suo villain, e aveva addirittura temuto che la sua caratterizzazione così minuziosa potesse impedirgli, in futuro, di interpretare ruoli completamente diversi. Soprattutto, però, ha parlato apertamente delle difficoltà incontrate nel dover dar vita a un carattere tanto estremo, per cui lo stesso Rheon ha provato repulsione in doverse occasioni. Per fortuna in suo soccorso sono giunti tre personaggi eccellenti: non è un mistero che la follia maniacale del Joker di Heath Ledger sia stata la principale ispirazione per Iwan, così come Dennis la minaccia per gli aspetti più maliziosi e "giocosi" di Ramsay. C'è un "cattivo" però, tra le influenze di Iwan Rheon, che nessuno si sarebbe mai aspettato, anche perchè, oltre a tutto il resto, non è di certo un personaggio di finzione: «Liam Gallagher degli Oasis! É da lui che ho preso la camminata caratteristica di Ramsay».

Fonte: Mashable

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti