Il Trono di Spade: l'idea di Nikolaj Coster-Waldau per fermare gli hacker

di Marica Lancellotti - 18-08-2017

L'attore è stato coinvolto nel furto di dati personali



Nelle ultime settimane HBO è stata tenuta con il fiato sospseso dall'enorme attacco hacker in seguito al quale sono stati sottratti all'azienda 1,5 terabyte di materiale. Non solo le puntate di Ballers, Room 104, The Deuce o Insecure, ma anche gli script originali della settima stagione del Trono di Spade e, ciò che ha fatto ancora più scalpore, i contatti privati di molte star dello show.

Come hanno reagito i diretti interessati? Nikolaj Coster-Waldau, per esempio, ha raccontato di essere riuscito solo a dire: «Oh fantastico!» quando HBO ha chiamato per comunicare che i pirati informatici erano riusciti a sottrarre tutti i loro recapiti. «Ci hanno detto che non sapevano cosa sarebbe successo. "In che senso non sapete cosa potrebbe succedere?" "Nel senso che non sappiamo davvero cosa potrebbero fare o volere, ma hanno preso tutto". Che altro avrei potuto dire? "Oh fantastico!"

«La vera ironia sta nel fatto che un anno fa ci hanno fatto aprire questi nuovi indirizzi mail che dovevano essere sicurissimi, per accedervi bisogna superare tre o quattro passaggi, dovevano essere super controllati, e poi? É successo lo stesso».

Secondo Jaime Lannister, che di strategie se ne intende, cosa si potrebbe fare per arginare il fenomeno? «Loro hanno rubato tutti gli script del Trono di Spade, sarebbe stato sufficiente inviarci il cartaceo, evitando tutta questa roba digitale. Non scherzo: provate a chiedere a un poliziotto qualunque quali sono i crimini più numerosi al giorno d'oggi. Vi risponderà quelli digitali, come il furto di denaro per le frodi con le carte di credito... Ragion per cui oggi siamo dovuti tornare ai contanti».

Forse un po' semplicistica come soluzione... Cosa ne pensate?

Fonte: EW

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Video

Commenti