Il Trono di Spade: lo spin-off affronterà un argomento che i fan conoscono già molto bene

di Marica Lancellotti - 21-08-2017

Le parole di una degli autori, Jane Goldman



Grazie a quel chiacchierone di Nikolaj Coster-Waldau sappiamo che le riprese dell'ottava e ultima stagione del Trono di Spade non inizieranno prima di ottobre (già un gran risultato rispetto alle voci che davano i 6 episodi conclusivi in arrivo solo nel 2019), ed è grazie a un'altra chiacchierona come lui, l'autrice Jane Goodman, che possiamo oggi formulare un'ipotesi: il 2019 potrebbe essere l'anno del primo spin-off tratto dall'opera di Martin (pur se questo contrasta con quanto affermato precedentemente da Casey Bloys).

Come mai? Rispondendo ad alcune domande del sito IGN, la Goodman ha affermato di non sapere a che punto siano i lavori per la realizzazione della serie prequel ma di essere sicura di una cosa: «A quelli di HBO interessa avere pronto il nuovo show da mandare in onda appena l'ultima stagione della serie originale sarà conclusa. Per questa ragione attualmente stanno lavorando al nuovo progetto».

Di cui ancora non si conosce l'argomento: sappiamo che sarà un prequel delle vicende fin qui conosciute dei Sette Regni, ma che non avrà nulla a che vedere nè con la ribellione di Robert Baratheon nè con le storie di Dunk ed Egg. «Per quanto riguarda il progetto che io e George stiamo sviluppando posso solo dire che, quando un fan della serie o dei libri lo vedrà per la prima volta, esclamerà "Ah ok, questo". Penso che la storia e i personaggi saranno tutti assolutamente riconoscibili e quasi familiari [...] Se ci saranno draghi o altre creature soprannaturali? A me piacciono molto e in fondo fanno parte di quell'universo fantasy che è Game of Thrones».

Le scommesse sono ufficialmente aperte.

Fonte: IGN

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti