Il Trono di Spade 7x6: Emilia Clarke commenta la grave perdita di Daenerys

di Marica Lancellotti - 22-08-2017

«Un colpo al cuore»



[Attenzione! Il testo contiene dettagli dell'episodio 7x6, Beyond the Wall]

Dunque l'intuizione di Qyburn era corretta: non solo i draghi di Daenerys non sono invulnerabili, ma aveva addirittura indovinato che una lancia sarebbe stata la giusta arma. Solo non una costruita da mani mortali, perchè per abbattere Viserion è bastato sì un solo colpo ma scagliato dal Re della Notte in persona. E così, per difendere la missione di Jon Snow, Daenerys ha perso uno dei suoi tre figli.

Al momento della presa di coscienza, la Khaleesi era visibilmente scioccata e, secondo la sua interprete Emilia Clarke: «aveva letteralmente il cuore spezzato. Non solo per aver assistito alla morte di uno dei suoi draghi, ma anche perchè l'ha praticamente consegnato agli avversari».

Non solo: la morte di Viserion è servita anche a Daenerys anche per capire che il suo esrcito non è imbattibile perchè «per la prima volta l'unica difesa che lei credeva assolutamente sicura è stata scalfita».

Questo ha gettato un'ombra anche sul suo recente atteggiamento molto più aggressivo che in passato: «Daenerys in questa stagione deve capire da che parte stare. Ha giocato alla salvatrice paziente ma adesso il suo ruolo è un po' diverso». Non dimentichiamo che nella puntata precedente la regina aveva letteralmente fatto arrostire due dei Tarly da Drogon, ma ciò che ha visto e subito oltre la Barriera potrebbe portarla a prendere decisioni un po' diverse (e più concilianti) in futuro.

Per chiudere, Emilia Clarke non può notare la sottile ironia dietro a questa recente perdita: «Daenerys aveva chiamato quel drago Viserion in onore di Viserys, quel fratello che l'aveva venduta come una schiava. Era chiaro che sarebbe stato lui l'uovo marcio della nidiata».

Fonte: EW

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Video

Commenti