Tutti li vogliono: i ruoli televisivi più contesi a Hollywood

di Marica Lancellotti - 11-09-2017

C'è anche qualche personaggio celebre, però, che ha faticato a trovare il suo volto



Fino a qualche anno fa era opinione comune (e da qualche parte lo è ancora) che il cinema fosse la versione nobile delle arti audiovisive, e che alla televisione non spettasse altro che il ruolo di puro e vacuo intrattenimento per il pubblico e di riempitivo - per curriculum e conto in banca - di attori e attrici.

Fino a qualche anno fa non era raro che gli interpreti rifiutassero un ruolo per il piccolo schermo bollandolo come non adatto a chi aveva aspirazioni da sala cinematografica (è successo con "Il Punitore" Thomas Jane che rifiutò la parte di Don Draper perchè: «un attore come me non fa televisione», salvo poi accettare anni dopo quella del protagonista in The Expanse di Syfy).

É pur vero che quando un personaggio è ben scritto e intrigante non c'è dimensione schermica che tenga: nel 2008 erano ben due le star che desideravano ardentemente il ruolo di Walter White quando AMC lo propose, così come praticamente chiunque a Hollywood avrebbe voluto prender parte alla seconda stagione di True Detective, dopo il trionfo della prima, tanto che il flop che ne derivò fu imputato anche a certe scelte di Pizzolatto in fase di casting.

Per scoprire quali sono stati i ruoli televisivi più contesi basta sfogliare la gallery in basso.

Senza considerare che Matthew McConaughey non deve esserci rimasto bene quando, nonostante le sue precedenti dichiarazioni, ha scoperto che il protagonista di True Detective 3 sarà Mahershala Ali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti