Narcos: Carlos Muñoz Portal ucciso in Messico mentre ricercava location per la quarta stagione

di Letizia Lara Lombardi - 17-09-2017

Il corpo è stato ritrovato nel bagagliaio della sua auto crivellato di colpi



Carlos Muñoz Portal, location manager e veterano della crew della serie Netflix Narcos, è stato ucciso in Messico.

L'uomo, 37 anni, è stato ritrovato nel bagagliaio della sua auto crivellato di colpi. Si trovava a San Bartolo Actopan alla ricerca di alcune location per la quarta stagione della serie cult.

«Siamo venuti a conoscenza della morte di Carlos Muñoz Portal, uno dei nostri migliori location scout, e mandiamo le nostre più sincere condoglianze alla sua famiglia. I fatti che hanno coinvolto la sua morte rimangono ancora sconosciuti, le autorità stanno indagando» ha dichiarato Netflix in un comunicato stampa. Un portavoce del procuratore generale del Messico ha confermato che al momento che non ci sono testimoni.

Un amico di Muñoz ha rivelato a El Pais che si trovava a fare ricerche in una delle zone più pericolose del Messico, al confine con lo stato di Hidalgo, dove negli ultimi 5 anni sono stati registrati più di 100mila omicidi (182 solo nel mese di luglio).

Muñoz aveva lavorato per numerose produzioni americane girate in Messico, tra le più famose: Sicario, Spectre, Fast & Furious, Resident Evil: Extinction, Apocalypto di Mel Gibson e per la serie Mozart in the Jungle.

Fonte: EW

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti