É polemica su Jason Momoa dopo una battuta sugli stupri ai tempi del Trono di Spade

di Marica Lancellotti - 13-10-2017

L'ex interprete di Khal Drogo si è scusato con un post su Instagram



Possibile che uno degli attori più simpatici e preferiti dal grande pubblico del panorama hollywoodiano sia finito nelle polemiche intorno al sexgate che sta sconvolgendo il mondo dell'entertainment? Eppure anche Jason Momoa è riuscito ad attirare su di sè molte critiche nelle ultime ore per colpa di un video datato 2011 e di una maldestra battuta sugli stupri.

Alcuni utenti di Twitter hanno postato un suo intervento al Comic-Con di San Diego in cui l'ex Khal Drogo dichiarava: «Per quanto riguarda la fantascienza e il fantasy, amo quei generi perché ci sono tante cose che puoi fare, come strappare la lingua a qualcuno fuori dalla gola o stuprare belle donne».

Purtoppo quelle parole sono esplose come una bomba contro di lui in un momento in cui il caso del produttore Harvey Weinstein ha gettato nuova luce su una "pratica", quella degli stupri e delle molestie, tristemente ricorrente nel mondo di Hollywood (e non solo).

Cos'ha fatto Jason Momoa? Senza perdere tempo si è pubblcamente scusato su Instagram con questo messaggio: «Mi sono svegliato in Australia e ho scoperto le reazioni giustificate di molte persone a un brutto scherzo che ho fatto anni fa nella Hall H. Sono profondamente deluso da me stesso per l'insensibilità delle mie frasi. So che le mie scuse più sincere non serviranno a cancellare quel ricordo. Lo stupro e le molestie sessuali possono raggiungere chiunque e io stesso ho visto, attraverso amici e alcuni membri della mia famiglia, quanto tormento possano arrecare alle vittime. Ho fatto un commento davvero fuori luogo e mi scuso sinceramente per le mie parole».

tw: rape

a horrific clip of jason momoa saying he loved working on #gameofthrones bc he "got to rape beautiful women." men are trash. pic.twitter.com/K2RBmsWEt6

— elizabeth (@peeanofreek) 12 ottobre 2017

Fonte: TheGuardian

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti