Il Trono di Spade 8: il sistema anti-spoiler un po' estremo escogitato da HBO

di Marica Lancellotti - 16-10-2017

A rivelarlo è stato ancora una volta Nikolaj Coster-Waldau



Per l'ottava stagione del Trono di Spade Jon Snow non sarà il solo a non sapere un bel niente: la parola d'ordine sul set è segretezza, almeno è ciò che ha raccontato Nikolaj Coster-Waldau durante un'intervista con una TV scandinava.

L'interprete di Jaime Lannister, alla fatidica domanda su cosa potesse già svelare sul prossimo ciclo di episodi, ha risposto con una descrizione tra l'accurato e l'ironico dei sistemi di sicurezza anti-spoiler escogitati da HBO nel corso degli anni: «Nella prima stagione ci venivano dati i copioni cartacei, potevi addirittura scriverci sopra. Dopo un paio d'anni qualcuno ha cominciato a leakare le trame, quindi gli script sono diventati digitali, rigorosamente in pdf. Dopo l'atacco ai server di quest'anno siamo arrivati al punto in cui non ci daranno i copioni. Ho idea che per la prossima stagione ci diranno solo cosa accadrà un attimo prima di gridare "Azione!". Avremo degli auricolari attraveso cui qualcuno suggerirà la battuta un attimo prima».

Naturalmente c'è una certa dose di scherno nelle parole dell'attore, che già una volta ha dichiarato la propria contrarietà a sistemi così esagerati, ma c'è anche qualcosa di vero: sembra proprio che, in effetti, nessuno dei protagonisti rimasti in gioco potrà conoscere battute e storyline degli altri prima del momento delle riprese.

Sembra che - non solo per il ritardo della messa in onda - i fan del Trono di Spade avranno vita davvero dura fino al 2019.

Fonte: DS

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti