Chi sono i 20 villain "migliori" delle serie tv?

di Marica Lancellotti - 03-11-2017

Dai soliti Hannibal, Ramsay Bolton... fino all'insospettabile Marissa Cooper

Chi è il cattivo? Una persona o piuttosto un'entità astratta? Nel corso della sua storia la televisione ha fatto esistere eserciti di villain nelle loro diverse forme, a seconda che, nella società del tempo, il nocciolo del male venisse circoscritto magari alle nuove tecnologie, a comportamenti definiti devianti, a piaghe sociali come l'alcolismo, l'abuso di droghe, la violenza, o, come sempre più spesso avviene anche in questi ultimi tempi, alla politica.

Negli ultimi 20 anni il campionario di cattivi usciti dagli schermi televisivi si è allargato oltre misura, complice un nuovo modo di pensare delle major hollywoodiane, accortesi, dopo il successo di prodotti come I Soprano, che non solo un villain in una qualunque storia rende tutto più interessante ma, in termini di ascolti e pubblicità, anche più remunerativo.

Fino ad avere serie tv interamente incentrare intorno alla figura del cattivo di turno: per tutte valga l'esempio di Hannibal.

Serial killer o personalità estremamente votate al calcolo, folli psicotici e addirittura una cattiva involontaria e inconsapevole (capirete subito di chi si tratta): nella gallery qui sotto trovate i 20 "migliori" villain degli ultimi 17 anni di TV.