Una serie tv da Il Signore degli Anelli? Per Sean Astin c'è solo una condizione da rispettare...

di Marica Lancellotti - 08-11-2017

L'attore è stato lo hobbit Samwise Gamgee nella trilogia cinematografica



Sean Astin, dopo la breve parentesi in The Magicians, è tornato in TV da poco con la seconda stagione di Strager Things e con il suo sfortunato Bob, nuovo fidanzato di Joyce Byers (Winona Ryder). Interpete storico de I Goonies (era Mikey, il suo primo ruolo importante), Astin è l'esempio perfetto di come certi amori non muoiano mai e di come anche gli attori spesso siano grandi fan di film o serie tv in cui hanno recitato.

Raggiunto dal rumor secondo cui Amazon starebbe sviluppando una serie tv dal Signore degli Anelli, Sean Astin, che nella trilogia cinematografica è stato lo hobbit Samwise Gamgee, ha voluto dire la sua in merito: «Lo dico da 15 anni, o forse 12, in ogni caso da quando Il Signore degli Anelli è uscito al cinema che prima o poi qualcuno avrebbe ripreso la storia. E tutti a dirmi "No, non ci sarà mai un remake! Perchè è un classico e perchè nessuno potrebbe farlo così bene". E io: "Lo faranno. La storia è potentissima e i personaggi sono molto amati».

Non che Astin pensi di riprendere in mano i panni di Sam, è stato chiaro nel dire che rifiuterebbe qualora qualcuno gli offrisse la parte, ma è estremamente curioso di conoscere il nome di chi interpreterà il suo hobbit e di quale parte della storia verrà approfondita: «Le miniere di Moria sono un riferimento costante nel Signore degli Anelli e mi è parso che nella trilogia de Lo Hobbit non se ne sia parlato abbastanza... Guarderei ore e ore di quella storia».

Anche nel suo entusiasmo, però, c'è un punto critico, un "dettaglio" che Amazon dovrà considerare per adattare al meglio i romanzi di Tolkien in una serie tv: «La sfida per il network è: Amazon sarà in grado di lasciare ampio margine creativo al team di lavoro o darà direttive molto rigide? Perchè non è facile portare a termine un progetto simile con barriere già definite».

Fonte: EW

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti