Gomorra: al cinema è già record di incassi dopo un solo giorno di programmazione

di Marica Lancellotti - 15-11-2017

Le prime puntate della terza stagione di Gomorra in 325 sale ancora per oggi, 15 novembre



Gomorra è sempre stata un rischio per Sky, dalla sua realizzazione - dopo quel libro e quel film, come sarebbe riuscita, una serie tv con lo stesso soggetto, ad essere ricordata? -, alla sua distribuzione - una serie tv dove si parla napoletano per il 90% esportata addirittura in America e in Russia? -. Tanto valeva tentare il tutto per tutto: che senso avesse portare i primi espisodi della stagione 3 di Gomorra anche al cinema, a tre giorni dalla messa in onda televisiva, è stata la domanda lecita che tutti ci siamo posti all'annuncio, ma con grande lungimiranza Sky ha rischiato ancora. Ha vinto.

I dati diffusi da Cinetel parlano chiaro: dopo un solo giorno di programmazione Gomorra ha incassato 261.841 euro nelle 325 sale in giro per l'Italia che l'hanno distribuita, con 29.569 spettatori totali e con una media copia di 894 euro. Gli italiani che in data 14 novembre sono andati al cinema, insomma, hanno preferito le avventure di Ciro e Genny a tutti gli altri film in programmazione.

Un piccolo record che non può che far esultare chi si è efefttivemante fatto carico di questo "azzardo". Andrea Scrosati, Executive Vice President Programming di Sky Italia, ha così commentato: «Un risultato simile per un prodotto che va in sala tre giorni prima di andare in onda in TV va molto oltre il semplice dato. É la dimostrazione che i modelli distributivi tradizionali possono e devono essere messi in discussion e riformati, che il mercato e soprattutto il pubblico lo sta già facendo e che l'industria ha una straordinaria occasione di rinnovamento».

I primi episodi di Gomorra 3 saranno proiettati in 325 sale ancora oggi, 15 novembre.

La messa in onda delle 12 nuove puntate avrà inizio ufficialmente venerdì 17 novembre su Sky Atlantic HD.

Fonte: Ansa

Leggi anche: Gomorra: «Sarà la stagione di Genny Savastano». L'intervista a Salvatore Esposito

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti