Riassundead: i recap di DocManhattan di The Walking Dead - 8x6

di Alessandro “DocManhattan” Apreda - 28-11-2017

Il recap pochissimo serio del sesto episodio: quanto può essere stupido Rick Grimes? Cosa ci fa Rosita con un lanciarazzi in mano? Ma soprattutto, prendono corpo finalmente le Olimpiadi postapocalittiche!



Le felici idee da idioti di Rick Grimes, capitolo XXVII
(S08E06 - Il re, la vedova e Rick)

Rick se la sta facendo a piedi dopo l’incontro di wrestling con il suo amico e l’eroica missione in cui hanno fatto esplodere tutto, come una Santa Barbara piena di raudi. Intanto nel Regno si piangono i morti, passati direttamente al Regno dei Cieli, e CommandoCarol lucida la sua pistola. Se non maneggia un’arma, le prende il nervoso e ammazza qualcuno, bisogna capirla. Una lettera consegnata dalle poste postapocalittiche avvisa tutte le comunità alleate degli ultimi sviluppi del conflitto, visto che non c’hanno lo Studio Aperto di Emilio Fede del ’90 a farlo.

Mentre Jesus distribuisce del cibo ai prigionieri moltiplicando i pochi pani e pesci a sua disposizione, Maggie lo cazzìa di brutto, perché ci sono cose più importanti a cui pensare. Stanno finendo il vino, ad esempio, si dia una mossa. Gregory, che ancora non si è reso conto di essere un miracolato figlio di pessima donna con il carisma di un lombrico morto sull’autostrada, cerca di fare l’autoritario, con quegli occhi spiritati da comico di Zelig. Triste come un anziano bucapalloni a una riunione di condominio. Maggie gli dice di togliersi dalle balle, Enid fa altrettanto, manca solo passi una pecora di Hilltop e gli sputi.

CommandoCarol va a parlare con Ezekiel, che si è assunto la responsabilità delle proprie azioni, come un vero uomo, chiudendosi in casa e dicendo che è tutta colpa della macchina del fango mediatica, dei social network e dei siti di bufale. Se qualcuno citofona, fa finta di essere la sua colf filippina e dice che il padrone non è in casa, signò.

Rick, sudato come un lottatore di sumo, va da Jadis, quella tizia scoppiata che se ne sta mezza nuda a fare le sculture col fil di ferro, in un clan di sfasciacarrozze. In pratica la versione postapocalittica, e con le code di cavallo da casalinghe del New Jersey e cosplayer di Fiorello ai tempi del karaoke, della banda di Albertone e la sua gang. Hey! Hey! Hey! Rick vuole chiedere a Miss Frangetta, la tizia che in passato gli ha sparato, così, per amicizia, di allearsi con lui contro Negan. E per convincerla ha portato delle Polaroid. No, davvero. “Quello è il Santuario circondato dagli zombie!”, le dice, con enfasi, agitando le foto. “Quella è la nostra vittoria a portata di mano!”. “E quella è Michonne sotto la doccia mentre… aspe’, no scusa, ho sbagliato. Questa ridammela”. Ma la sorella cessa di Milla Jovovich lo guarda come si guarda un rospo e lo fa mettere ai ferri. Bella pensata, Rick, sempre il numero uno.

Michonne e Rosita la Caliente, nonostante siano entrambe ancora convalescenti per le ferite, si mettono in macchina per cercare Rick, armate di due pistole e di un vecchio Tuttocittà di Bergamo dell’87. Ma lungo la strada sentono una strana musica: saranno dei drogati fricchettoni coi bonghi giù al parco, pensano. Carl, intanto, ha adottato come animaletto domestico Siddiq, il povero Cristo allontanato a pistolettate dal padre nella prima puntata. Gli ha portato del cibo, dell’acqua e un gomitolo di lana con cui giocare. Quello accoppa zombie a centinaia perché gliel’ha detto la mamma. E infatti si pulisce sempre le scarpe prima di rientrare a casa e tiene ordinatissima la cameretta, se no niente tegolino a merenda. Anche CommandoCarol si è trovata un piccolo aiutante, un biondino armato di bastone. Lo chiamerà Robin. Na-na-na-na-na-na-na, granny!

A Hilltop è stato allestito un campo di concentramento per i prigionieri, nel quale viene gettato anche Gregory, così magari la smette di frantumare i maroni. Carl e il suo amichetto si mettono intanto ad ammazzare vaganti, senza una ragione se non rischiare la vita in modo molto stupido, talmente tanto uno sport nazionale in questa serie che potrebbero organizzare delle gare. Rosita e Michonne, nel frattempo, trovano i tamarri che facevano casino con la musica a palla, mettendo su solo roba tipo gli Eiffel 65 e gli East 17. Scatta giustamente una sparatoria e Rosita NE FA ESPLODERE UNO CON UN LANCIARAZZI. Arrivano Daryl e Tara e tutti insieme decidono di andare al Santuario. Tecnicamente credo si chiami “pellegrinaggio”.

CommandoCarol riesce finalmente a trovare Ezekiel, che è depresso, ha perso il sorriso, da quando non fanno più in TV Paperissima con i video della gente che resta in mutande ai matrimoni. Lei si commuove e c’è dell’affetto tra la donna e il Re. O della schizofrenia, tanta. È uguale. Rick, in tutto questo, è ancora chiuso in un container, su cui Jadis traccia col gesso la A di ASSHOLE. Anche quello, il fatto di restare chiusi in un container, è uno sport che si porta molto in questa stagione di The Walking Dead, pare. Un altro paio di discipline e possono metter giù delle Olimpiadi, figata.

Leggi anche: Riassundead: il recap di DocManhattan di The Walking Dead - 8x5

Leggi anche: Riassundead: il recap di DocManhattan di The Walking Dead - 8x4

Leggi anche: Riassundead: i recap di DocManhattan di The Walking Dead - 8x3

Leggi anche: Riassundead: i recap di DocManhattan di The Walking Dead - 8x1 e 8x2

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti