The Walking Dead: lo sconvolgente midseason finale diventa un caso

di Attilio Palmieri - 12-12-2017

Polemica tra lo showrunner e un fan molto speciale



[Attenzione: questo articolo contiene spoiler sull'ultima puntata di The Walking Dead]

Domenica scorsa è andato in onda il midseason finale dell'ottava stagione di The Walking Dead e, come accade a questo punto di ogni annata, un evento particolarmente traumatico ha concluso il blocco di episodi che precede la pausa, motivando gli spettatori a rimanere fedeli alla serie quando tornerà per la seconda parte di stagione.

Ancora una volta è la famiglia Grimes a essere sconvolta dagli avvenimenti: il finale di metà stagione si chiude infatti con Carl che mostra al padre Rick la ferita dovuta al morso di un errante, annunciando in questo modo la sua inevitabile quanto scioccante morte.

In un'intervista a Entertainment Weekly, Chandler Riggs (che nella serie interpreta Carl) ha confessato quanto sia stato devastante per lui apprendere della morte del suo personaggio, sottolineando però anche la delicatezza dello showrunner Scott Gimple che ha convocato per l'occasione non solo l'attore ma anche entrambi i suoi genitori.

Tuttavia William Briggs, padre di Chandler, è di tutt'altro avviso, come riporta ancora Entertainment Weekly, e in un messaggio su Facebook (successivamente cancellato) accusa lo showrunner e l'emittente di essere stati disonesti con suo figlio perché in un primo momento gli avrebbero promesso ancora altri tre anni di lavoro e poi hanno deciso di far fuori il suo personaggio.

Probabilmente non sapremo mai come sono andate realmente le cose fuori dal set, ma per quanto riguarda The Walking Dead non ci resta che aspettare la seconda parte di stagione per conoscere il modo in cui Carl ci lascerà.

Deleted Facebook post from Chandler Riggs’ dad. Wow... Carl was supposed to be around until the end. #TWD pic.twitter.com/gpwPbhannp

— #TWD Fan Page (@FTWDFans) 11 dicembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti