The Walking Dead, gli autori potrebbero aver fatto un grave errore

di Attilio Palmieri - 13-02-2018

La scelta è di quelle da cui non si torna più indietro e per questo molto coraggiosa, ma il rischio è molto alto



Nel midseason finale andato in onda a novembre, Carl mostra la letale ferita provocata dal morso di uno zombie e in questo modo The Walking Dead comunica al proprio pubblico la drastica scelta di quest'annata: uno dei personaggi principali tra qualche settimana uscirà dalla serie.

Nel corso di questa pausa tra la prima e la seconda parte di stagione si è parlato tanto di questa decisione e gli autori hanno chiarito che il nono episodio, in arrivo il 25 febbraio, sarà l'ultimo di Chandler Riggs nella serie, ovvero l'ultima apparizione di Carl.

Sarà una morte struggente ed emotivamente molto forte, tanto che la midseason premiere avrà una durata di quasi un'ora e mezza!

Stabilito che si tratta di una decisione indubbiamente coraggiosa, siamo sicuri che non sia un errore? Secondo la rivista di settore TV Line questo azzardo potrebbe essere pagato a caro prezzo dagli autori di The Walking Dead perché Carl rappresenta un personaggio dall'importanza cruciale nell'economia del racconto. Innanzitutto è uno dei pochissimi rimasti in vita ad essere presente sin dall'inizio della serie e pertanto porta con sé una quantità di fan decisamente ampia, i quali non è detto che rimangano fedeli allo show dopo la sua dipartita. Inoltre su di lui ruotano diverse storyline molto importanti e soprattutto si basano alcuni di principali rapporti personali, non ultimo quello complesso e contraddittorio con il padre Rick, protagonista della serie.

Che contromisure prenderanno gli autori? Per saperlo bisogna aspettare il 25 febbraio quando The Walking Dead finalmente tornerà ad andare in onda!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti