Il regista di The Walking Dead risponde alle domande sul finale di stagione

di Attilio Palmieri - 17-04-2018

Dopo un'annata altalenante, ricca di emozioni e di punti interrogativi arrivano le parole di uno degli autori

L'ottava stagione di The Walking Dead si è conclusa con un finale per certi versi interessante e avvincente, per altri poco centrato e narrativamente mal gestito (qui la nostra recensione).

In una ricca intervista rilasciata a Entertainment Weekly Greg Nicotero, regista del season finale e produttore esecutivo dello show ha risposto a diverse domande, fornendo un punto di vista di indubbio interesse.

Riguardo alle sue scene preferite ha detto che quelle che lo hanno emozionato di più sono quella tra Rick e Morgan immediatamente dopo che quest'ultimo ha messo al tappeto Henry, e quella tra Eugene e Padre Gabriel nel bosco.

Nicotero commenta anche il momento più intenso dell'episodio, ovvero quello tra Rick e Negan, sottolineando come in quella scena emerga tutta la scissione interiore del protagonista che vede da una parte la sua fortissima sete di vendetta e dall'altra la misericordia indicatagli del figlio, che porta poi alla grazia finale.

Una delle riprese più emozionanti da girare, sostiene il regista, è stato il flashback finale, per il quale tutta la truope si è recata lì dove nella seconda stagione avevano dato vita alla fattoria di Hershel. Tornare in quei luoghi è stato bellissimo perché è stato come rivivere la storia della serie.

Nicotero commenta anche il voltafaccia di Maggie e Daryl, che in realtà può essere visto come anche come un atteggiamento coerente. Il regista sottolinea la rabbia della donna e la sua estraneità al messaggio di Carl, cosa che le fa vivere il comportamento di Rick come un grande tradimento.