The Walking Dead, Lauren Cohan stava per lasciare la serie a causa di una certa scena...

di Fiaba Di Martino - 03-02-2016

L'attrice ha rivelato il momento che più l'ha messa in crisi, e come l'ha superata



Maggie è una delle figure più coriacee tra il gruppetto di sopravvissuti di The Walking Dead; eppure, ha rischiato di abbandonarci già all'inizio della terza stagione. Questo perché la sua interprete, Lauren Cohan, benché abituata all'alto tasso di splatter e crudezza della serie, si era trovata di fronte a una scena che l'aveva messa profondamente in crisi, tanto da indurla a credere di non poterla gestire e da farle pensare di lasciare lo show.

Durante la sua ospitata a Inside the Actors Studio, accanto al creatore Robert Kirkman e allo showrunner Scott M. Gimple, la Cohan ha parlato del momento incriminato: si tratta della scena in cui Lori (Sarah Wayne Callies) decide di avere un cesareo, nonostante Maggie le ripeta che non vi sopravvivrà, ed è infatti quel che accade, nella disperazione generale.
La pressione della tragedia messa in scena era tale che «sono andata da Steven [Yeun, ndr] e gli ho detto: "Devo lasciare lo show, non penso di potercela fare"», ha raccontato la Cohan. «Ti colpisce al cuore così profondamente toccare con mano un materiale del genere, entrarci così a fondo».

Per fortuna, però, ha cambiato idea: «Mi sono accorta che era proprio per questo che dovevo farlo, per l'effetto che aveva avuto su di me, tanto odioso da lasciarmi insonne. Guardiamo lo show per sentirne le emozioni e per rappresentarlo in maniera onesta. Le cose brutte accadono, ed ecco perché bisogna essere realistici».

Fonte: EW

© RIPRODUZIONE RISERVATA
VAI ALLA SCHEDA

Commenti